Tab social
tab iniziative
 Facebook
 linkedin
 youtube_tatiana
 pulsante move
 
news

News

 
11/05/2016 Dal Territorio
Assemblea sociale, approvato all'unanimità il bilancio 2015
640 sono stati i soci ad intervenire domenica 8 maggio all’annuale Assemblea sociale, tenutasi in Fiera a Vicenza. I soci sono stati chiamati a deliberare su un ricco ordine del giorno, tra cui il bilancio sociale e di missione, il bilancio 2015, elezione dei componenti il Consiglio di Amministrazione e dei componenti il Collegio dei Probiviri.

Il Presidente Flavio Stecca, domenica, ha relazionato ai soci in assemblea anche sull’esito positivo dell’ispezione ordinaria della Vigilanza.
“Un momento di verifica molto delicato per noi- afferma con soddisfazione il Presidente Stecca- che ha evidenziato e certificato come la nostra sia una banca in buona salute, vitale sul piano della raccolta e degli impieghi sul territorio, ricca di iniziative e solida dal punto di vista patrimoniale. Il Cet 1 Ratio ovvero il coefficiente di patrimonializzazione delle BCC si attesta al 15,9%: una percentuale ben al di sopra dei minimi regolamentari richiesti dalla normativa e molto più elevata rispetto alla media del sistema bancario italiano”.

Il Presidente della Banca affronta anche la tematica molto sentita della riforma del credito cooperativo “La riforma da poco approvata- commenta il Presidente Stecca- ci pone di fronte ad una grandissima opportunità. Siamo per il momento in attesa di avere precise indicazioni da Banca d’Italia per la presentazione della struttura del gruppo unico, ma senz’altro, al di là di tecnicismi, abbiamo l’occasione di diventare una grande banca nazionale, potendo però beneficiare di tutte le garanzie di attenzione al territorio e alle comunità che solo i piccoli Istituti cooperativi possono ancora garantire. In altre parole saremo più competitive all’interno del gruppo ma potremo avere BCC con ampio margine di autonomia se dimostreranno di essere virtuose e ben amministrate. Oltre a questo- continua il Presidente- credo sia importante analizzare e valutare tutte le opportunità di aggregazione sul territorio per diventare realtà ancora più solide ed efficienti.
Nello specifico, come Banca del Centroveneto, abbiamo ricevuto più proposte per unire la nostra banca ad altre consorelle: ipotesi che stiamo valutando con attenzione, soprattutto in questo momento positivo per la banca, in prospettiva futura.

Per quanto riguarda i dati di bilancio, il Direttore Generale Mariano Bonatto, relaziona ai soci gli indicatori che sono tutti in crescita, a testimonianza del buon lavoro fatto negli ultimi anni in ottica prudenziale dal management dell’Istituto.
Bilancio in utile per oltre 1,8 milioni di euro, votato all’unanimità dai soci di Banca del Centroveneto presenti all’appuntamento.


Confermato alla guida di Banca del Centroveneto per il prossimo triennio il Presidente Flavio Stecca, coadiuvato da una squadra in parte collaudata e in parte rinnovata per rilanciare i presidi di territorialità e di rappresentatività delle aree di competenza della Banca.
Flavio Stecca è stato eletto Presidente in seno al nuovo Consiglio di Amministrazione della Banca nella serata di ieri, alla prima riunione del neo eletto Cda.

Lo affiancheranno come Vice Presidenti il confermato Vicario Gaetano Marangoni e il neo eletto Diego Agostino Rigon.

I consiglieri eletti sono Domenico Basso, Giovanni Bertinato, Giovanni Biasetto, Lorenzo Brazzale, Dario Corradin, Stefano La Torre, Anna Rosa Legnaro, Leonardo Martini, Michele Michielon, Wilma Seragiotto.

Il collegio dei Probiviri è composto da Franco Corgnati (Presidente), Ezio Dalla Via e Gioacchino Meneghetti.