Tab social
tab iniziative
 Facebook
 linkedin
 youtube_tatiana
 pulsante move
 
news

News

 
22/06/2017 Dal Territorio
Banca del Centroveneto, Banca di regolamento operazione Minibond "D'amante S.p.A"

La Società “D’Amante S.p.A.” con sede a Padova, approccia per la prima volta il mercato del debito e da venerdì 23 giugno quota il suo primo “Minibond Short Term” sull’ExtraMot PRO di Borsa Italiana.

Lo strumento di debito denominato “MINIBOND SHORT TERM D’AMANTE S.P.A. 4,10% - 20.12.2017 CALLABLE” è stato offerto dall’Emittente per un controvalore massimo di € 500.000, e ha una durata di circa sei mesi. L’emissione è suddivisa in 10 Obbligazioni di taglio unitario e valore nominale di € 50.000, prevede un rendimento per l’investitore del 4,10% lordo semplice su base annua e incorpora anche la consueta opzione call per l’eventuale rimborso anticipato a discrezione dell’Emittente, con contestuale premio all’investitore.

“Con questa operazione” - afferma Fabio Verdini, Amministratore Unico di D’Amante – “la nostra Società ha voluto intraprendere la strada della crescita culturale ed organizzativa volte all’apertura al mercato e finalizzate a perseguire un’attenta strategia di diversificazione delle fonti di finanziamento. Riteniamo quindi di poterci avvicinare sempre più alle fonti di mercato, riequilibrando le fonti tradizionali bancarie, con ciò acquisendo più frecce al nostro arco per realizzare una adeguata pianificazione finanziaria alla base della crescita, con più opportunità rispetto al passato”.

“Questa emissione – dice Leonardo Frigiolini, AD di Frigiolini & Partners Merchant – non solo si inquadra nell’ormai per noi consueto percorso di “crescita culturale” intrapreso dalle aziende che hanno scelto di essere assistite da F&P Merchant nel processo di avvicinamento ai mercati, ma inaugura la collaborazione con Banca del Centroveneto, una lungimirante Banca del Territorio operativa nel Vicentino che ha scelto il Gruppo F&P Merchant come partner di eccellenza per le attività connesse con i Minibond e con l’equity Crowdfunding e che sull’operazione D’Amante ricopre il ruolo di co-Advisor dell’emittente e Banca di Regolamento”.

“Abbiamo deciso di entrare con decisione anche nel mercato dei minibond – precisa Mariano Bonatto Direttore Generale di Banca del Centroveneto – aiutati in questo dal nostro partner leader in Italia “F&P Merchant”, per almeno due motivi: il primo perché disponiamo in seno alla Banca di qualificate risorse con elevata specializzazione, in grado di erogare alla clientela servizi ad alto valore aggiunto oltre alle attività più tradizionali, il secondo perché la capillarità territoriale e la vicinanza all’Impresa che caratterizzano una Banca del Territorio come Banca del Centroveneto, ci permette di assisterle in molte fasi del processo di crescita, di internazionalizzazione e di avvicinamento ai mercati dei capitali, in un momento di grandi cambiamenti anche nel settore della finanza, in cui è sempre più importante tornare alla forza della relazione e ad un lavoro di squadra”.