Tab social
tab iniziative
 Facebook
 linkedin
 youtube_tatiana

 pulsante move

  CBB IMMOBILE

 
news

News

 
03/10/2018 Dal Territorio
Borsa di studio per il corso “Cuoco” dell’Università del Gusto di Vicenza
Centroveneto Bassano Banca punta sul centro formativo di Confcommercio Vicenza per sostenere la crescita della ristorazione del territorio. Una borsa di studio per premiare i futuri cuochi che hanno scelto di approdare a questa professione rinforzando le proprie competenze teoriche e tecniche attraverso un percorso formativo qualificante. Ad istituirla, Centroveneto Bassano Banca, l’istituto di credito vicentino che conferma così la propria attenzione al territorio, ed in particolare alla crescita qualitativa di uno dei settori più importanti per lo sviluppo turistico, vale a dire la ristorazione. CBB ha scelto l’Università del Gusto di Vicenza, la struttura formativa food della Confcommercio berica, per questa nuova iniziativa, legando la borsa di studio ad uno dei suoi corsi d’eccellenza: si tratta del corso “Cuoco”, in partenza il prossimo 8 ottobre, che prevede 300 ore di formazione nelle aule, nelle cucine e nei laboratori del Centro Formazione Esac di Creazzo, a cui seguono 300 ore di stage in selezionati ristoranti vicentini. Al termine di tutto il percorso, gli allievi cuochi sostengono un esame che permette di ottenere la qualifica rilasciata dalla Regione Veneto, riconosciuta anche nell’ambito dell’Unione Europea. Proprio le risultanze di quest’esame determineranno l’assegnazione della borsa di studio di 2.900 euro istituita da CentroVeneto Bassano Banca, a totale copertura del costo del corso: l’aspirante cuoco che avrà ottenuto il miglior punteggio si aggiudicherà, infatti, l’assegno di studio. “La scelta di CentroVeneto Bassano Banca rappresenta un ulteriore riconoscimento della qualità della proposta formativa erogata dalla nostra Università del Gusto – afferma Ernesto Boschiero, direttore di Confcommercio Vicenza -. Il nostro corso cuoco può vantare già un record, con il 67 per cento degli allievi che trovano occupazione subito dopo l’ottenimento della qualifica, che salgono all’87 per cento entro i sei mesi successivi. Inoltre, registriamo la continua richiesta dei nostri ristoranti associati di poter assumere i cuochi formati qui, grazie alla competenza di ottimi professionisti del settore. La Borsa di Studio sarà certamente da stimolo ai nostri allievi per dare il meglio durante il corso e lo stage, ma anche per sostenere chi, in questo lavoro, ci mette capacità, passione, dedizione”. “Essere banca di territorio – spiega Flavio Stecca, Presidente di Centroveneto Bassano Banca – significa operare a 360 gradi nei luoghi in cui siamo presenti; non solo prodotti e servizi ma anche formazione, cultura e solidarietà. Un impegno che svolgiamo con entusiasmo. E’ con questo intento che vogliamo sostenere tante scuole, dati i costi elevati e il taglio delle spese nella pubblica amministrazione”. “Questa borsa di studio – aggiunge Mariano Bonatto, Direttore Generale - rientra in un’azione ad ampio raggio della Banca nel suo complesso verso le scuole e le associazioni delle aree di competenza. Abbiamo sostenuto anche nel corrente anno una erogazione pari a 47.000 euro in borse di studio a favore di oltre 200 studenti meritevoli e quindi alle loro famiglie per sostenere la cultura, ma anche l’impegno e il merito. Collaboriamo inoltre da diversi anni con istituti di grado superiore e università per ospitare studenti con il progetto Alternanza Scuola- Lavoro”.